Big Air Milan: Bertagna guida la carica degli azzurri nel freeski

La regina Italiana del freestyle, seconda nella Coppa del Mondo 2016/2017, torna in gara a Milano dopo l’infortunio al ginocchio: “Salterò con la mente libera, nello scenario stupendo del Parco EXPerience e con le Olimpiadi nel mirino”

La neve di Big Air and the City si è già colorata di azzurro lo scorso sabato – 11 Novembre – quando il trentino Alberto Maffei ha regalato all’Italia il miglior piazzamento (settimo posto) nello snowboard Big Air da 13 anni a questa parte. Adesso, sulla rampa porta-fortuna del Parco EXPerience di Milano, insieme ai campioni di Freeski arrivano nuove speranze per il pubblico italiano, venerdì 17 e sabato 18 Novembre.

Saranno sette in tutto gli azzurri al via, cinque nella gara maschile – Igor Lastei, Kilian Morone, Christof Schenk, Ralph Welponer e Jonas Seiwald – e due in quella femminile – la giovanissima Elisa Maria Nakab e l’esperta Silvia Bertagna, la stella del movimento azzurro nello sci freestyle e la più attesa sotto l’Albero della Vita.

Trentenne (compirà 31 anni il 30 Novembre) di Ortisei, Silvia è stata la sorpresa della scorsa stagione nella disciplina Big Air, con la storica vittoria di Moenchengladbach (Germania), 23 anni dopo l’ultimo successo di Silvia Marciandi, condita da altri due podi a Myrkdalen-Voss (Norvegia) che sono valsi il secondo posto finale in Coppa del Mondo alle spalle della svedese Emma Dahlstrom. La tappa di Milano ha per lei un valore ancora più importante, perché segna il ritorno alle gare dopo l’infortunio e l’operazione al ginocchio. “Mi sono rotta il crociato in aprile – racconta Silvia, che in questi giorni si sta allenando a Stubai, in Austria, con la squadra azzurra –, la riabilitazione in estate è andata bene e adesso ho tanta voglia di gareggiare, anche se ho messo gli sci ai piedi solo da due settimane. Riparto con la mente libera, senza pressioni, e spero che Milano porti fortuna come l’anno scorso”.

Nel 2016, la bionda sciatrice della Val Gardena sfiorò il podio – quarta – nella prima stagione di Coppa del Mondo Big Air della sua carriera. Quest’anno, la rampa di Big Air Milan proietta molto più lontano: “Voglio recuperare la forma, prendere confidenza con i salti e con i trick per puntare alla qualificazione olimpica nello slopestyle. Le Olimpiadi di PyeongChang sono il grande obiettivo della mia stagione (a Sochi 2014 fu ottava, ndr), ma è importante fare bene da subito anche in Coppa del Mondo”.

All’esordio stagionale, non mancheranno avversarie agguerrite, dalle svizzere Sarah Hoefflin e Giulia Tanno alle norvegesi Johanne Killi e Tiril Sjaastad Christiansen: “Il livello è altissimo – spiega Silvia –, ma gli azzurri sono pronti, sia in campo femminile che in quello maschile. Sabato assisteremo a gare combattute e molto spettacolari”.

Quando non ricama evoluzioni mozzafiato in cielo, Silvia ama fare escursioni tra i boschi e le montagne della sua Val Gardena, ma aiuta anche la madre nel negozio d’abbigliamento di Ortisei. Si dichiara poco attenta alla moda, eppure Milano, la capitale mondiale del fashion, non manca di esercitare il suo fascino anche su di lei: “Gareggiare in questa città è una sensazione speciale, perché avverti il calore del pubblico e il tifo degli amici. Milano vista dall’alto della rampa, con l’Albero della Vita illuminato, è stupenda: uno degli scenari più belli che ci possano essere”.

La cornice unica del Parco EXPerience si prepara allora per un’altra serata di emozioni, sperando che un nuovo tocco d’azzurro completi il grande quadro di Big Air and the City.